Joaquin Phoenix – Non solo un Joker

Joaquin Phoenix – Non solo un Joker

“Penso che stiamo sempre più diventando disconnessi dalla natura. Molti di noi hanno, colpevolmente, una visione egocentrica del mondo, e tutti crediamo di essere il centro dell’universo. Saccheggiamo la natura e le sue risorse. Ci sentiamo in diritto di inseminare artificialmente una mucca e rubarle il suo cucciolo, anche se il suo pianto angosciante è inequivocabile. Poi le prendiamo il latte, destinato al suo vitellino, e lo mettiamo nel nostro caffè e nei nostri cereali. Temiamo l’idea di un cambiamento personale, perché pensiamo di dover sacrificare qualcosa, di dover rinunciare a qualcosa. Ma noi esseri umani, al nostro meglio, siamo così creativi, ingegnosi, che possiamo creare e sviluppare dei sistemi di cambiamento vantaggiosi per tutti gli esseri senzienti e per l’ambiente.”

Queste sono le parole di Joaquin Phoenix, uno degli attori più conosciuti nello scenario cinematografico attuale. Famoso per il suo ruolo nel film Joker, grazie al quale è riuscito a vincere sia l’Oscar come miglior attore protagonista, che il Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico. Joaquin è da tempo un attivista sociale, dedito soprattutto alle tematiche ambientali e vegano dall’età di tre anni. Questa scelta così radicale nell’alimentazione ad un età molto precoce è data dal fatto che quando era bambino, insieme ai suoi fratelli, su un peschereccio videro squartare alcuni tonni appena pescati.

Si è visto come l’attore non si sia fatto sfuggire un’occasione così importante come la cerimonia di premiazione del 2 febbraio 2020 (La 73ª edizione dei premi BAFTA) per fruttare la potenza mediatica e parlare dei temi a lui cari come il razzismo e il veganesimo. Ha parlato del cambiamento climatico e del ruolo fondamentale che ricopre l’allevamento intensivo, sottolineando inoltre come le azioni di ognuno di noi siano fondamentali in tale scenario disastroso. 

L’allevamento industriale distrugge il nostro pianeta. Diventa vegano“. Questo è quello che è stato scritto su un enorme striscione che ha fissato sul Tower Bridge durante una manifestazione di animalisti a Londra. Nel video girato per la giornata di protesta ha affermato che le persone non sono preoccupate quanto in realtà dovrebbero essere e di quanto, nel suo piccolo, cerca di far capire agli altri l’importanza di adottare un comportamento diverso. Durante la manifestazione ha distribuito dei volantini attraverso i quali ha voluto spiegare la gravità della situazione e l’importanza di un’alimentazione vegana per poter ridurre l’impatto che hanno sul clima gli allevamenti intensivi. Un’azione che permette di mitigare l’impatto che anche le industrie hanno sul clima, in quanto non smetteranno di certo di bloccare le emissioni di agenti dannosi. Inoltre, Phoenix è stato arrestato a gennaio del 2020 durante una manifestazione sul clima a Washington (organizzata dall’attrice Jane Ronda). L’iniziativa settimanale che muoveva la manifestazione riguardava la protesta contro quelle aziende e multinazionali complici del cambiamento climatico. Secondo quanto è stato riferito, l’attore è stato arrestato per affollamento, ostruzione e disturbo della quiete pubblica. Il gruppo di manifestati, incluso l’attore stesso, stavano ostruendo volontariamente l’accesso ad un edificio pubblico.

Joaquin Phoenix è uno dei pochi attori che si impegna giornalmente e lotta per far sì che tutti capiscano l’importanza del fenomeno. Servirebbe un approccio più green nel mondo, servirebbero più persone come lui, con un certo impatto mediatico, che riescano a trasmettere il giusto messaggio per poterci educare su come cambiare il mondo.

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial