Jostein Gaarder

Jostein Gaarder

“Le storie mi nascono dentro, non faccio altro che ascoltarle e tradurle in scrittura”.

Jostein Gaarder è nato a Oslo nel 1952, dopo aver studiato filosofia, teologia e letteratura ha insegnato filosofia per dieci anni. Ha raggiunto il successo internazionale con “Il mondo di Sofia”, vendendo 25milioni di copie in 50 lingue. Il romanzo ha conquistato per molto tempo i primi posti nelle classifiche dei bestseller in Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti e in Italia, dove ha ricevuto un noto premio letterario il Premio Bancarella nel 1995.

Diversamente da come si poteva pensare, questo libro non è un semplice romanzo ma un vero e proprio manuale di filosofia. Scritto sotto forma di novella, per lo più adatto ad un doppio pubblico.  Ciò che sta alla base di questo successo, e che poi ritroveremo in tutti gli altri suoi scritti, rappresenta quello che lo scrittore ha, da sempre, ricercato: il senso del mondo e il mistero dell’esistere. “Chi siamo? Esiste Dio? Come possiamo salvare il nostro pianeta?”. Queste sono le domande che, prese in diverse forme, Gaarder si poneva già dall’età di dodici anni. Infatti, fin da piccolo rimase affascinato da quello che lui definisce “magia” della vita, ritenendola egli stesso molto misteriosa. Lo scrittore ha affermato che, col tempo, è riuscito a sviluppare una comprensione più profonda di sé stesso e di ciò che lo circonda, asserisce che:” Le domande rimangono le stesse, ma sono in grado di comprenderle meglio”.

Le tematiche da lui affrontate sono tra le più svariate. Grazie a quel bestseller (“Il mondo di Sofia”) ha ricevuto una grande somma di denaro, parte del quale ha voluto destinarlo ad uno dei suoi principali interessi: la conservazione del pianeta.

L’ecologia planetaria è infatti un tema delicato, affrontato in uno dei suoi scritti “Il Mondo di Anna. Un saggio fiabesco ad alto contenuto sociale in cui, egli stesso, propone diverse “visioni”. L’autore, infatti, rivolgendosi al mondo degli adolescenti e degli adulti, afferma fortemente che ognuno di noi avrebbe la possibilità di preservare la biodiversità in natura. Ma non solo, va ben oltre.

Nel 1997 Gaarder, insieme alla moglie Siri Dannevig, fondano la Sophie Foundation. Un’istituzione che ogni anno dal 1998 al 2013 consegna un riconoscimento di centomila dollari (“Sophie Prize”) a coloro che, grazie a progetti di sostenibilità ambientale, si battono per difendere il pianeta. Jostein Gaarder, uomo di grande valore è fermamente convinto che gli scrittori svolgano un ruolo chiave nel diffondere un patrimonio di cultura, doveri e responsabilità in tutto il pianeta.
 “Signor. Gaarder, lei pensa che gli scrittori abbiano il potere di cambiare il mondo?” Egli semplicemente risponde: “Io credo di sì!”.

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial